Le istituzioni educative come organizzazioni di lavoro: quali sono le peculiarità e le differenze nelle Early Childhood Education and Care?

Ormai è un dato acquisito come anche le istituzioni educative debbano essere considerate, e studiate, come delle vere e proprie organizzazioni di lavoro. Seppur non focalizzate in un processo produttivo in senso stretto, si caratterizzano però di tutti gli altri elementi, strutturali e di processo, che caratterizzano qualsiasi altra organizzazione di lavoro: c’è un’organizzazione delle attività lavorative, una suddivisione dei compiti in ruoli definiti, un passaggio di risorse per la realizzazione del processo organizzativo, un ingresso formale delle persone attraverso il reclutamento e la socializzazione, lo sviluppo professionale, la valutazione, ecc.

Quelle che in questo progetto definiamo come ECEC (Early Childhood Education and Care) institutions, per sintetizzare al meglio l’ottica 0-6 che guida le nostre riflessioni, sono dunque delle organizzazioni di lavoro a tutti gli effetti. Essendo tali, si contraddistinguono per la loro peculiare cultura organizzativa, cioè il sistema di assunzioni, valori e credenze condivisi, che influenzano il modo in cui le persone si comportano all’interno di un’organizzazione (Schein, 1992). Tali elementi condivisi possono avere un impatto molto forte sul comportamento organizzativo, influenzando il modo di personalizzare, agire e realizzare il proprio lavoro.


Tutte le organizzazioni, istituzioni di cura e educazione, e scuole incluse (Sergiovanni, 1991), anche se queste ultime sono regolate da sistemi di norme comuni e uniformi (leggi, regolamenti, circolari ministeriali, …), sviluppano e mantengono una cultura per certi versi specifica dell’istituzione, che fornisce delle linee guida e dei confini ai comportamenti dei membri. Da ciò ne può derivare che non esiste una sola e generalizzata «cultura organizzativa», ma possono esserci tante «culture» per quante sono le istituzioni stesse.

Tale tematica può essere applicata anche ai temi principali trattati nel progetto, cioè la selezione del personale e la valutazione del potenziale, oltre che ovviamente al funzionamento generale del servizio educativo. Ciascuna cultura può personalizzare al meglio tali processi, avendone poi a disposizione una versione del tutto peculiare rispetto alle caratteristiche del proprio contesto sociale e culturale più ampi.

La riflessione che chiediamo, soprattutto ai partecipanti delle recenti “settimane formative” organizzate nell’ambito del nostro progetto, è centrata dunque sul tema delle differenze (o similitudini) culturali, anche organizzative, che possono emergere tra questi diversi sistemi educativi? Quali le peculiarità delle singole organizzazioni? Quali gli effetti sulla realizzazione del servizio educativo? Sulla gestione delle persone? Sul funzionamento generale delle istituzioni?


All organizations (educational institutions and schools included), develop and maintain a culture in some specific ways. This culture provides guidelines and boundaries to the organization members’ behaviors and habits. From this point of view, there is not a generalized “organizational culture,” but there may be many “cultures,” depending on how many and diverse are the organizations.

This topic can also be applied to the main issues addressed in our project, that is the HR management, from one hand, and of course the release of educational service from the other. Each culture can customize most of these processes, then let available to the people inside and outside, rules and values connected to their social context and broader culture all around them.

The reflection that we are asking to you is to focus on the issue of cultural (and organizational) diversities that you have perceived during these days of visits: what are the main differences you have noticed from the organizational culture point of view (among these organizations and between Swedish and Italian contexts)? What are the peculiarities of every single organization you have visited? What are the effects of this differences on the making of the educational service, on managing people, and on the general functioning of these ECEC institutions?


Annunci